Incontri di “supervisione”- intervisione sono volti a costruire relazioni collaborative tra “esperti” come condizioni necessarie per lo sviluppo dei processi di autorganizzazione personale-professionale. Essi sono utili per “…ragionare insieme sulla natura” delle esperienze lavorative personali che evocano dubbi, problemi e talora crisi, come può accadere anche a persone e gruppi di lavoro con buone formazioni.


Per un funzionamento ottimale un elemento importante è che i partecipanti condividano storie di assistenza o abbiano elementi comuni nella loro pratica professionale.


Durante gli incontri vengono presentati e condivise in gruppo, da parte dei partecipanti, storie significative e sequenze di lavoro. Il ruolo dei trainer è quello di garantire il rispetto dei confini personali e guidare le riflessioni. Il lavoro è condotto con modalità che privilegiano l’esperienza del singolo partecipante, con le sue valenze fra risorse e limiti, errori e soluzioni alternative, blocchi e possibilità evolutive.


Il lavoro in gruppo di “supervisione”- intervisione, ha per traccia guida l’analisi delle sequenze intra-interpersonali ed ambientali. Esso non è volto a ricercare e sanzionare errori e fornire correzioni ma ad esplorare insieme e validare i riferimenti con cui la persona si guida nel lavoro.


La consapevolezza di risorse e limiti personali ed ambientali consente anche di accorgersi e di validare l’emergere proattivo di possibilità nuove.


La “supervisione” – intervisione è quindi occasione per la persona e il gruppo di apprendere dall’esperienza condivisa e accrescere la propria complessità professionale e personale.


Il lavoro di “supervisione” – intervisione può essere anche richiesto da un singolo professionista


Per prenotare un appuntamento scrivere a info@faip.eu o telefonare allo 0552692792