“Il sistema mente-cervello di ogni persona
ha bisogno di altri sistemi mente-cervello di altre persone
con cui entrare in interazione (Combs e Goerner, 1998)
per crescere e svilupparsi al massimo della sua complessità,
confermando la natura relazionale dell’essere umano.”(Egiziano, et.al., 2013)


La clinica terapeutica personale in gruppo segue una modalità basata sull’esperienza corrente orientata alla validazione dei limiti e alla ricerca delle risorse di ciascuna persona partecipante. La diagnostica di elementi di natura “patologica” con relative tecniche di intervento per correggere elementi disfunzionali non guida, quindi, il lavoro terapeutico.


Il lavoro in gruppo ha finalità clinico-terapeutiche personali. Esso si svolge con modalità esperienziali che privilegiano l’esperienza del singolo partecipante secondo i principi del nostro modello integrativo.


La validazione dell’esperienza affettiva, la ricerca di risorse emergenti e la costruzione delle condizioni adatte per l’emergere di alternative connesse con un senso proattivo di identità e di coerenza sono gli elementi essenziali del processo terapeutico.


Il contesto relazionale in gruppo, con due trainer specializzati che garantiscono il rispetto e la stabilità dei confini personali, aiuta a promuovere un’esperienzialità “abbastanza buona” di ciascun partecipante fra crisi e processi che “portano vita”.


Il gruppo costituisce un microcosmo rispetto all’ambiente di vita e di storia di ciascun partecipante e si presta per fare esperienza delle proprie modalità relazionali con i loro processi affettivi-cognitivi.


Il gruppo moltiplica le possibilità relazionali come risorse possibili per la presenza degli altri partecipanti come attori protagonisti, coprotagonisti o testimoni dell’esperienza. In particolare, esso costituisce possibilità alternative rispetto alle percezioni di solitudine e di eccezionalità.


Il risultato atteso è che ciascuno possa trovare le condizioni di sicurezza necessarie per acquisire maggiori capacità di comprensione di sé in relazione agli altri, per poter esistere personalmente e far esistere anche gli altri con un senso di continuità di coscienza in un ambiente relazionale continuamente mutevole e nello stesso tempo coerente.

L’avvio di un gruppo di clinica terapeutica è vincolato dal raggiungimento di un minimo di 6 partecipanti.

Per prenotare un appuntamento scrivere a info@faip.eu o telefonare allo 0552692792